Assistenza tecnica alla difesa del contribuente

L'art. 12  del D.Lgs. n° 546/1992 (Assistenza tecnica) ha previsto l'obbligo per i contribuenti di farsi assistere in giudizio da un difensore abilitato, fatta eccezione per le controversie tributarie di valore inferiore a Euro 2.582,28.

Tra le categorie dei difensori indicate nell'art. 12 del D.Lgs 546/1992, possono essere abilitati alla rappresentanza ed alla difesa del contribuente, anche gli impiegati delle ex carriere dirigenziali, direttive e di concetto dell'Amministrazione finanziaria e gli ufficiali e i sottufficiali della Guardia di Finanza, collocati a riposo dopo almeno 20 anni di servizio effettivo.

L'abilitazione all'assistenza tecnica si ottiene previa apposita domanda presentata dall'interessato e l'autorizzazione concessa consente l'abilitazione nell'intero territorio nazionale.

La Direzione della Giustizia Tributaria, in un'ottica di trasparenza, orientamento e garanzia nei confronti dell'interessato, ha redatto "La carta dei servizi del procedimento di autorizzazione all'esercizio della funzione di assistenza tecnica dinanzi alle Commissioni tributarie" (PDF - 287 KB) in cui sono descritti tempi e modalità del relativo procedimento autorizzativo.