Ordinanza del 9/05/2017 n. 11388/6 - Corte di cassazione

Redditometro: il contribuente può sempre documentare che il maggior reddito derivi da redditi esenti

Il contribuente può sempre dimostrare attraverso idonea documentazione che il maggior reddito determinato attraverso accertamento sintetico è costituito in tutto o in parte da redditi esenti o da redditi soggetti a ritenute alla fonte a titolo di imposta. La Suprema Corte, nel rigettare il ricorso dell'Agenzia delle Entrate, ha dunque ribadito il proprio consolidato orientamento in merito (Cass. 1455/2016), secondo il quale, tra l'altro, la prova documentale dell'entità di tali ulteriori redditi e della "durata" del loro possesso è finalizzata a riferire senza dubbio ad essi la maggiore capacità contributiva accertata sinteticamente.

Testo integrale dell'ordinanza