Sentenza del 3/03/2020 n. 270/3 - Comm. Trib. Reg. per il Piemonte

Applicazione dell’imposta di registro sull’atto di divisione ereditaria

La CTR piemontese afferma che l’atto di divisione di beni provenienti da comunione ereditaria è soggetto a tassazione con applicazione dell’aliquota dell’1% sui singoli valori dei beni e diritti dichiarati dalle parti, e non sul valore di provenienza dichiarato nella denuncia di successione costitutiva del diritto in comproprietà tra gli eredi. Alla luce di tale principio i giudici piemontesi confermano la legittimità dell’avviso di liquidazione della maggiore imposta di registro avente ad oggetto un atto di divisione ereditaria. 

Testo integrale della sentenza