DISPOSIZIONI IN MATERIA FISCALE - Obbligatorietà PTT dal 1° luglio 2019 - Pubblicato in gazzetta ufficiale il decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119

26 Ottobre 2018

Il decreto-legge 23 ottobre 2018, n. 119 introduce importanti novità in materia fiscale e di giustizia tributaria. In particolare, l’art. 16 “Giustizia tributaria digitale” prevede modifiche agli articoli del decreto legislativo 546/1992 che disciplinano il processo tributario telematico, rendendolo obbligatorio, ed inserisce nuovi articoli che agevolano le procedure in materia di certificazione di conformità di copie di atti e di provvedimenti detenuti dalle parti processuali.

In particolare, è previsto che:
• dal 1° luglio 2019, l’obbligo di notificare e depositare gli atti processuali, i documenti ed i provvedimenti giurisdizionali esclusivamente con modalità telematica. Resta ferma la facoltà di utilizzare i medesimi strumenti telematici per i soggetti che stanno in giudizio senza assistenza tecnica;
• i difensori, gli enti impositori e i soggetti della riscossione possano depositare in giudizio copie analogiche di atti originali in loro possesso o estrarre copie di atti e provvedimenti presenti nel fascicolo informatico, attestandone la conformità ai sensi del D.Lgs. n. 82/2005;
• fino all’entrata in vigore del regime di obbligatorietà del PTT, ogni parte processuale possa liberamente utilizzare la modalità telematica per il deposito e la notifica degli atti, indipendentemente dalla modalità di deposito della controparte nel medesimo giudizio, ovvero da quella utilizzata nel giudizio di primo grado;
• le parti possano formulare istanza di partecipazione all’udienza pubblica mediante un collegamento audiovisivo; per la concreta applicazione si rinvia all’adozione di un decreto direttoriale che stabilisca le regole tecnico-operative.

L’art. 6 del medesimo decreto-legge consente, inoltre, la possibilità di definizione agevolata delle controversie pendenti in giudizio di primo o secondo grado.